Meteo, maggio da dimenticare: il maltempo ci accompagnerà fino a fine mese

Non c’è tregua per l’Italia, divisa in due tra continuo maltempo e sole e caldo. Le previsioni meteo non rassicurano: i motivi dell’anomalia.

Alcuni esperti avevano previsto un’estate 2024 siccitosa e caldissima, invece il clima ha ribaltato tutto ed è record di piogge, almeno per diverse regioni del centro nord. E non è tutto: perché di pioggia, secondo le ultime previsioni a breve termine, ne deve arrivare ancora tanta.

previsioni meteo maggio
Pessime notizie dal fronte meteo, il maltempo non è finito – Foto canva- meteoreporter24.it

Le zone ad essere particolarmente colpite saranno, di nuovo, quelle del centro nord e si temono fenomeni estremi, allagamenti, grandinate e venti forti. Al sud, invece, domineranno sole e temperature estive. Andiamo a scoprire nel dettaglio cosa ci aspetta da qui alla fine del mese.

Meteo maggio, ancora pioggia e brutto tempo, ecco come si è formata l’anomalia che sta colpendo il Paese

Le proiezioni a medio termine, sebbene ci sia sempre da considerare che non siano affidabili al 100%, indicano un persistere delle instabilità almeno fino alla fine del mese di maggio. L’Italia è letteralmente spaccata in due, e c’è da dire che il maltempo sta colpendo pesantemente anche altri paesi del nord Europa, come Francia e Belgio.

Gli esperti ci spiegano che la causa di questa instabilità persistente è un flusso di correnti che viaggia dall’Oceano Atlantico verso il Mediterraneo e che poi si sposterà verso l’Europa orientale. Ciò causa un andirivieni di cicloni che l’Anticiclone Africano non riesce a sconfiggere, almeno in parte. Infatti la sua forza al sud sta regalando le temperature tipiche che ci si aspetterebbero nel periodo, con giornate soleggiate e miti.

Meteo maggio: il motivo dell'anomalia
Record di pioggia per questo mese di maggio – Foto: canva – meteoreporter24.it

Sempre gli esperti ci segnalano che questa situazione dovrebbe durare almeno fino al 28-29 maggio. E che le regioni più colpite saranno quelle del centro nord, in particolare al nord est. I territori saranno colpiti da piogge a carattere temporalesco, talvolta violente, a varie ondate.

L’estate, dunque, potrebbe fare capolino in tutta Italia non prima di giugno, quando l’anticiclone Africano avrà più forza e sarà in grado di spingere la bassa pressione verso nord e nord est, al di fuori del nostro territorio. Già da lunedì, dopo una breve pausa di bel tempo, ricominciano piogge e temporali, anche di forte intensità.

I giorni di allerta sono quelli tra lunedì e mercoledì, in cui è possibile che si verifichino anche allagamenti e nubifragi. Piogge copiose scenderanno anche fino alla Campania. Piccola pausa, infine, per il giorno di giovedì 23 maggio, ma poi arriva un’altra ondata di maltempo, che, come detto, ci accompagnerà almeno fino alla fine del mese.

Impostazioni privacy