Assicurazione auto cambia tutto: ora sei protetto anche in tutti questi altri eventi

Per l’assicurazione auto sono in arrivo delle novità. Gli eventi da cui sei protetto ora sono diventati molti di più. 

Pagare l’assicurazione della macchina per molti è una bella spesa soprattutto quando si tratta di auto di una certa cilindrata e con un motore Diesel, per cui il premio è più sostanzioso. Grazie, però, al recepimento da parte dell’Italia della Direttiva UE 2021/2118, ora i risarcimenti a seguito di incidenti stradali sono accessibili anche in situazioni che prima non erano contemplate.

Cambia tutto per l'assicurazione auto
Gli eventi coperti dall’assicurazione auto ora sono cambiati. – (meteoreporter24.it)

Secondo il Dlgs 184/2023, la cui introduzione è mirata al recepimento della direttiva, c’è un cambiamento saliente relativo alla copertura assicurativa che riguarda lo spazio di utilizzo del veicolo. Se, prima, questa riguardava solo le zone aperte al pubblico dove la circolazione era maggiore, ora, invece, risulta estesa alle aree private, come ad esempio un cortile.

Citando il testo del decreto infatti l’assicurazione si applica “su ogni spazio dove il veicolo si possa utilizzare in modo conforme alla sua funzione”. Fare manovra all’interno di una strada privata dunque rientra perfettamente in questa definizione, così come la rampa del garage di un condominio o un vialetto privato delimitato da cancelli o altri elementi.

Sei protetto in caso di eventi prima esclusi

Avvalersi dell’indennizzo diretto non è diventato possibile solo nelle aree private, ma anche in caso si verifichino circostanze che prima impedivano di ottenerlo. Tra queste c’è la dinamica di incidente dove l’auto risultava ferma al momento dell’impatto o del tamponamento. Si riconosce così il rischio statico, in cui la presenza di un veicolo immobile comporta un pericolo per gli altri.

Novità sugli incidenti coperti dall'assicurazione auto
Ora sono coperti dall’assicurazione anche gli incidenti con auto ferma. – (meteoreporter24.it)

Basti pensare ai casi in cui ci siano una moto o una macchina fermi da diversi mesi a cui però si rompa il freno a mano o che per l’usura di alcune componenti provochino un incendio. Anche se non sono utilizzati sono comunque tenuti a rinnovare l’assicurazione, sia che siano nel garage che parcheggiati in strada nel posto riservato.

Sempre nel Dlgs 184/2023 rientrano tra gli incidenti in cui si può richiedere l’indennizzo anche quelli che coinvolgono veicoli che hanno funzioni particolari, diverse dal trasporto di persone. Quindi trattori, autocarri e camion utilizzati peri caricare o scaricare merci. Nella concezione di veicolo a motore inoltre rientrano tutti i mezzi ad alimentazione in grado di superare i 25 km/h.

Se rispetta questo criterio dunque un veicolo deve dotarsi di assicurazione, compresi i rimorchi. Le uniche deroghe previste per l’RCA riguardano i mezzi non utilizzabili ai fini di trasporto o a cui è stato vietato di circolare a seguito di un provvedimento.

Impostazioni privacy