Scatta il nuovo Bonus Integrativo per famiglie con ISEE limitato: il Governo ha deciso, domande al via

Il Governo ha deciso di lanciare ufficialmente il Bonus Integrativo per le famiglie. Vediamo insieme come funziona.

Non sono pochi gli italiani che sperano in un sostegno economico. In particolar modo in un’agevolazione fiscale che possa aiutarli ad arrivare a fine mese. Purtroppo non è facile sostenere alcuni costi attuali. Ed è per questa ragione che si spera di risolvere il problema con un bonus pensato come si deve. Per ora le possibilità non sono troppe ed è difficile trovare qualcosa disponibile per alcuni tipi di ISEE.

Come si richiede il bonus integrativo
Bonus Integrativo: ecco come funziona – meteoreporter24.it

Di recente c’è stato un passo avanti. È stato rilasciato un sostegno economico di tutto rispetto, che sarà utile a molti italiani e permetterà loro di affrontare con più serenità alcune spese. Vale davvero la pena capire di più al riguardo. Potrebbe essere l’opportunità che molti hanno sempre cercato: non è un bonus come tutti gli altri. Scopriamo insieme che cosa ha di speciale e in che modo si può ottenere.

Bonus Integrativo, se hai un ISEE basso puoi richiederlo: ti salverà

I cittadini di ben 15 Comuni differenti, appartenenti alla Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa, potranno ottenere il Bonus Integrativo. Si tratta di un’assegnazione del Bonus Sociale Idrico Integrativo per la residenza, destinato solo ai residenti di tali comuni. Basterà presentare la domanda come da norma e attendere la graduatoria. Quello che rende interessante la proposta è che molti potranno richiederlo: i requisiti sono minimi.

Come si richiede il bonus integrativo
Quello che devi sapere sul Bonus Integrativo – meteoreporter24.it

Le persone dovranno avere un ISEE con un valore non superiore a 15.000 euro. Per chi ha un nucleo familiare con 4 figli a carico, il valore ISEE richiesto salirà a 20.000 euro. La graduatoria degli eventi sarà definita con una organizzazione specifica. Avranno la priorità al valore gli ISEE più bassi, con le agevolazioni erogate direttamente in bolletta. Quindi sarà uno sconto vero e proprio (simile ai bonus gas e elettricità per esempio).

Per ottenere il Bonus Integrativo si dovrà inviare la domanda di partecipazione al bando compilando i moduli rilasciati dall’ente citato in precedenza. Una volta compilati con successo andranno presentati presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Residenza. Questa possibilità sarà concessa dal 18 aprile al 16 maggio 2024.

Per tutte le informazioni del caso è possibile contattare il Comune di Fucecchio. Se fino a questo momento avevate avuto difficoltà, con questo bonus le bollette avranno un costo minore. La gestione delle spese cambierà in meglio per fortuna. Ecco perché vale la pena richiederlo il prima possibile.

Impostazioni privacy