Questi messaggi firmati INPS sono in realtà una truffa: non rispondere mai, rischi tantissimo

Fai molta attenzione a questi messaggi firmati Inps, che spesso celano una truffa. Riconoscerli è più semplice del previsto: come fare.

Nell’ultimo periodo non si parla di nient’altro che di phishing. Questo è il metodo di raggiro più utilizzato dai criminali per raggirare i cittadini più ignari. In un’epoca in cui gli italiani trovano sollievo solamente con i bonus e le agevolazioni erogate dal Governo, l’INPS ha un ruolo chiave per far sì che questi fondi arrivino ai cittadini. Eppure bisogna sempre fare attenzione alle truffe che possono celarsi in rete. Per i truffatori è un gioco da ragazzi nascondersi dietro un falso mittente utilizzando il nome dell’Istituto.

Truffa, l'INPS mette in guardia
Attenzione a questo tipo di messaggi – meteoreporter24.it

Ovviamente, però, da loro non riceverete alcun bonus bensì vedrete il vostro conto prosciugato. Tant’è che nell’ultimo periodo l’INPS in prima persona ha dovuto avvisare i cittadini di possibili tentativi di phishing e smishing. Lo scorso anno, in una mail, veniva annunciata la possibilità di ottenere il rimborso delle tasse fino a 250 euro da parte dell’INPS. Ovviamente questo messaggio celava una truffa e non sono pochi i cittadini che ci sono cascati. Sono diversi, infatti, i pericoli per i cittadini ed oggi faremo chiarezza su questo argomento delicatissimo.

INPS, fai attenzione a questi messaggi truffa: rischiano di svuotarti il conto

Ricorrentemente, l’INPS interviene per smascherare i tentativi di frode online che abusano del nome e del logo dell’Istituto. In queste occasioni l’INPS ricorda agli utenti che non invia mai comunicazioni via email per richiedere dati sensibili. Nonostante i continui avvertimenti le truffe telematiche continuano ad essere efficaci, soprattutto con gli utenti meno attenti. Per evitare di cadere in queste trappole è importante conoscere come comportarsi di fronte a email apparentemente ufficiali da parte di enti e aziende.

messaggi INPS truffa rischi tantissimo
Sono ancora tanti i raggiri ai danni degli italiani – Credits facebook@inpsperlafamiglia- meteoreporter24.it

I messaggi più comuni dietro ai tentativi di phishing includono rimborsi falsi, revoca dei benefici, pagamenti falliti ed Assegno Unico. Tutti temi caldissimi e soprattutto cari a quella fascia di cittadini che hanno bisogno a queste misure assistenziali dello stato. Spesso queste comunicazioni truffaldine contengono un link, da non aprire assolutamente. Di solito questo rimanda ad una pagina simile a quella dell’INPS, dove vengono richiesti dati personali e codici di sicurezza. È importante sottolineare che l’INPS non richiederebbe mai dati sensibili in questo modo.

Tra le truffe più comuni troviamo il phishing (o SMishing quando avviene tramite SMS). Questo raggiro mira ad ottenere dati sensibili degli utenti ingannandoli. Le caratteristiche comuni delle campagne di phishing includono l’utilizzo di un dominio simile all’originale dell’organizzazione, messaggi ben scritti e ricchi di informazioni, link che assomigliano alle pagine ufficiali di accesso e toni allarmistici.

Di fronte a questi messaggi è essenziale non cliccare sui link né fornire dati personali. Enti e organizzazioni ufficiali non richiedono mai informazioni sensibili tramite email. È consigliabile utilizzare software anti-malware, contattare direttamente il servizio clienti ufficiale per verificare la veridicità del messaggio e segnalare l’attacco alle autorità competenti.

Impostazioni privacy