Cos’è la dieta Fodmap e perché è indicata per gli over 60: evita tutti questi disturbi

In queste ore sta facendo scalpore la Fodmap, che sembra sempre più indicata per gli over 60. Evita diversi disturbi: cosa bisogna sapere.

Quando gli adulti arrivano alla sessantina il consiglio degli esperti è quello di adottare una dieta equilibrata per diversi motivi, che comunque sono cruciali per la loro salute ed il loro benessere. Grazie ad una dietra equilibrata è possibile mantenere la salute del cuore e delle arterie, riducendo il rischio di ipertensione, malattie cardiache e ictus, che diventano più comuni con l’avanzare dell’età. Con l’invecchiamento, il metabolismo tende a rallentare e la massa muscolare diminuisce, va da sé che una corretta alimentazione è quindi fondamentale.

Fodmap perché indicata over 60 evita disturbi
Fodmap può essere la soluzione a tutti i disturbi – meteoreporter24.it

Infatti, a questa età, possono sorgere diversi problemi come gonfiore addominale, stipsi e meteorismo, che sono disturbi molto frequenti tra gli over 60. Se, delle volte, questi fenomeni sono transitori e si risolvono spontaneamente, altre volte questi potrebbero essere un campanello d’allarme per condizioni mediche croniche, come ad esempio al sindrome del colon irritabile. In tale contesto si sente sempre più parlare di alimenti FODMAP. Questo piano alimentare sarebbe fondamentale per gli Over 60 ed aiuterebbe a ripristinare il benessere intestinale.

Fodmap, cos’è e come questa dieta evita i disturbi: per gli Over 60 è un toccasana

Il benessere intestinale diventa sempre più importante con l’avanzare dell’età, soprattutto intorno ai 60 anni, quando le funzionalità intestinali possono subire alterazioni significative. In questo contesto, la dieta FODMAP emerge come una strategia alimentare efficace per gestire i disturbi gastrointestinali e migliorare la qualità della vita.

Fodmap come funziona
Tutti i benefici dei Fodmap per gli over 60 – meteoreporter24.it

I Fodmap sono zuccheri a catena corta che possono fermentare nell’intestino, causando disturbi come diarrea, stipsi, accumulo di gas e dolori addominali. Questi zuccheri sono presenti in una vasta gamma di alimenti, tra cui aglio, cipolla, frutta, verdura, latticini e legumi. La lista degli alimenti ad alto contenuto di FODMAP è ampia e include aglio, cipolla, frutta come mango e pesche, alcuni tipi di verdure come asparagi e cavolo verza, e anche alcuni latticini e legumi.

Sebbene la dieta a ridotto contenuto di FODMAP possa essere efficace nel ridurre i sintomi gastrointestinali è importante sottolineare che non può essere adottata come uno stile di vita a lungo termine a causa della sua natura restrittiva. Tuttavia, può essere seguita per un periodo limitato, generalmente da 2 a 6 settimane, seguita dalla graduale reintegrazione degli alimenti nella dieta.

Un menù giornaliero basato sulla dieta a ridotto contenuto di FODMAP potrebbe includere latte di mandorla con corn flakes per colazione, riso al pollo per pranzo, e pesce con ratatouille di verdure per cena. È importante consultare un nutrizionista esperto per personalizzare la dieta in base alle proprie esigenze e condizioni di salute.

La dieta Fodmap può quindi essere una risorsa preziosa per migliorare il benessere intestinale negli adulti di età superiore ai 60 anni, ma è importante seguirne il regime sotto la supervisione di un professionista della salute.

Impostazioni privacy