SICCITA’ in PIEMONTE, scatta l’allarme: in 11 comuni arrivano anche AUTOBOTTI

Pubblicato il 15 Giugno 2022 alle 10:57

SICCITA’ IN PIEMONTE – Se ne parlava da tempo ed ora l’estate sta ormai quasi per iniziare, sul calendario fra pochissimi giorni. La mancanza di piogge primaverili e di nevicate invernali, il Piemonte è in ginocchio per l’emergenza siccità. In 11 Comuni della provincia di Torino e in 2 del Cuneese sono impiegate autobotti per il rifornimento d’acqua. Le autobotti portano acqua nel Torinese a Caprie, Caluso, Rubiana, Rocca Canavese, Strambino, Romano Canavese, Mercenasco, Vico Canavese-Valchiusa, Condove, Casalborgone e Angrogna. In provincia di Cuneo al momento si segnalano interventi solo ad Ormea e Demonte.  

Stessa situazione anche nel Verbano-Cusio-Ossola e nella pianura novarese da febbraio a oggi sono gia’ stati effettuati oltre mille interventi di approvvigionamento idrico e la situazione sta diventando critica in alcuni paesi. Nel Novarese, le falde si stanno abbassando in particolare nei comuni di Invorio, Colazza, Borgomanero, Fontaneto d’Agogna e Cressa. Nel Biellese, Vercellese e Casalese i gestori degli acquedotti hanno chiesto ad alcuni sindaci di firmare provvedimenti per limitare il consumo di acqua ai soli usi essenziali. La richiesta riguarda Borgosesia, Brusnengo, Curino, Lozzolo, Roasio, Sostegno e Villa del Bosco Limitazioni gia’ in atto in altri Comuni. Nell’Astigiano al momento non vengono segnalati interventi di emergenza ma la situazione e’ costantemente monitorata.

Purtroppo i fenomeni temporaleschi estivi che portando acquazzoni, nubifragi e grandinate portano solo gravi disagi e poco beneficio per le nostre terre. Sarà una lunga estate difficile e siccitosa, non solo sul Piemonte: nelle prossime settimana l’emergenza potrebbe estendersi anche a Lombardia, Emilia Romagna, parte della Liguria e probabilmente anche su alcuni settori del Veneto.

Edinet - Realizzazione Siti Internet