L’OZONO sale alle “stelle” in Val Padana: picchi di 193g/m3 a BERGAMO e PAVIA

Pubblicato il 17 Giugno 2022 alle 7:21

Negli ultimi giorni il clima estivo e molto caldo ha favorito l’incremento delle concentrazioni di ozono, che ieri, 15 giugno, hanno superato la soglia di informazione dei 180 microgrammi/metrocubo in alcune stazioni lombarde. In particolare, il valore e’ stato oltrepassato nelle province di Bergamo (con un massimo orario di 196 g/m3 a Osio Sotto), Pavia (con un massimo di 193 g/m3 a Cornale), Varese (con un massimo di 189 g/m3 a Saronno), Como (con un massimo di 186 g/m3 a Cantu’) e Monza (con un massimo di 185 g/m3 a Meda).  

Secondo le previsioni del Servizio meteorologico di Arpa Lombardia, nei prossimi giorni sulla regione insistera’ una solida area di alta pressione, con giornate prevalentemente soleggiate e senza precipitazioni, salvo occasionali e isolati rovesci sui rilievi prealpini. Le temperature massime, che oggi hanno toccato i +36-37°C, saranno stazionarie o in lieve flessione tra venerdi’ e sabato e nuovamente in lieve risalita domenica. Dalla serata di venerdi’ alla prima parte della giornata di sabato, venti in graduale rinforzo dai quadranti orientali, poi in attenuazione. Le condizioni meteo si manterranno quindi sostanzialmente favorevoli alla formazione e accumulo dell’ozono.

Solo dopo il 20 GIUGNO qualcosa potrebbe cambiare per l’avvicinamento di una fase più instabile sulle regioni settentrionali: inizialmente saranno le Alpi a riveder i temporali, anche forti in alcune località alpine e prealpine, ma attorno al 24-25 Giugno, non escludiamo un possibile peggioramento generale su gran parte del Nord Italia con fenomeni anche intensi sulla Valpadana. Anche le temperature potranno subire un abbassamento sensibile seppur temporaneo, anche nelle grandi centri urbani come Torino, Milano e Bologna.

Per maggiori approfondimenti www.meteoreporter24.it

Edinet - Realizzazione Siti Internet