MALTEMPO in arrivo dal 9 Dicembre, rischio GELICIDIO tra Liguria e Piemonte

Pubblicato il 8 Dicembre 2022 alle 2:03

MALTEMPO IN ARRIVO DAL 9 DICEMBRE – Una nuova perturbazione sta per raggiungere il Nord Italia nelle prossime ore, già a partire dalla serata dell’Immacolata. Nella prossime notte si attende la prima NEVE sui settori di Nord-Ovest localmente fino a quote basse sul Piemonte, specialmente tra Cuneese ed Astigiano (attorno ai 600m) e fino in prossimità della pianura nell’Oltrepò Pavese (zona Varzi-Godiasco-Rivanazzano). L’insidia giungerà a partire dalla tarda notte e prima ore del mattino del 9 Dicembre, per un surriscaldamento delle quote medie (valori sopra +2°C a 1400m) con il rischio di trasformazione da NEVE a PIOGGIA CONGELANTESI (ovvero gelicidio).

Le aree a rischio “pioggia gelata” saranno quelle dell’entroterra savonese e genovese (Valbormida, Sassellese, Valle Stura e Scrivia) con pioggia e temperature attorno agli 0°C. Al suolo si potrebbe dunque formare una “patina di ghiaccio” con elevato pericolo per gli automibilisti (soprattutto sulla tratta appenninica dell’autostrada A6 Torino-Savona, A7 Milano-Genova ed A26 Genova Voltri-Gravellona Toce). Avremo quindi possibilità di trovare pioggia gelata sull’Appennino e magari qualche nevicate verso le pianure, un fenomeni strano e raro ma altamente possibile nelle prossime ore.  Ad esempio è atteso gelicidio a Masone e possibile neve tra Ovada ed Alessandria, neve fino alle porte di Asti e pioggia congelantesi sui rilievi dell’alta Langa. Stessa cosa sull’Appennino di levante, con pioggia fino a 1600-1700m sui rilievi delle Quattro Province (Val Trebbia-Aveto) e neve probabile dalla zona di Brallo-Varzi fino alle porte di Rivanazzano.

Gli accumuli nevosi non preoccupano particolarmente: si va dai 2 ai 5cm per l’entroterra ligure, 1-3cm sulle colline del basso Piemonte e fino a 10-15cm sulle Alpi Liguri. Una nevicata dunque molto ridimensionata rispetto alle precedenti emissioni modellistiche. Sarà invece il rischio “ghiaccio” a destare particolare preoccupazione nelle aree di fondovalle dove le temperature si manterranno negative o attorno agli zero gradi.

Nel corso della giornata di Venerdì 9 Dicembre il maltempo si estenderà anche verso il resto del Nord Italia, portando piogge diffuse e nevicate sulle Alpi, localmente abbondanti sui settori alpini dell’alta Lombardia e su settori del Triveneto.

In vista del weekend 10-11 Dicembre, maltempo concentrato soprattutto sui settori nord-orientali italiani, con l’ingresso di aria fredda dalla Porta della Bora, in grado di far calare ulteriormente le temperature e la quota neve, specialmente sull’Appennino Romagnolo (attorno ai 350-400m). Per maggiori informazioni ed approfondimenti seguiteci su www.meteoreporter24.it

Edinet - Realizzazione Siti Internet