GRANDINATA storica a CREMA e TORTONA: auto e case danneggiate, chicchi fino a 6cm di diametro (VIDEO)

Pubblicato il 1 Giugno 2022 alle 2:04

GRANDINE RECORD in LOMBARDIA – La fine del mese di Maggio 2022 è stata caratterizzata da un’intensa ondata di maltempo che ha provocato la formazione di diverse supercelle in Valpadana con una furiosa grandinata tra la Lombardia ed il basso Piemonte orientale al confine con l’Oltrepò. Tra le località maggiormente colpite la provincia di Cremona e la zona di Tortona, dove la furiosa grandinata ha provocato molti danni ad auto e danneggiato anche abitazioni. Un disastro per l’agricoltura del Tortonese e basso Oltrepò Pavese fino a Stradella. 

I forti temporali a supercella sono stati accompagnati anche da forti raffiche di vento che in alcune zona hanno raggiunto anche i 100 km/h. Ma è stata soprattutto la GRANDINE a provocare i maggiori disagi, con chicchi fino a 5-6cm. Qui sotto il VIDEO a CREMA e nel TORTONESE. Per maggiori informazioni visita il nostro sito www.meteoreporter24.it

Questi fenomeni di forte intensità non riguardano più casi isolati e brevi periodi di tempo: una volta venivano chiamati “TEMPORALI di FINE ESTATE” e si potevano generare dopo il Ferragosto e fino alla prima decade di Settembre. Dopo il caldo intenso, l’energia in gioco è sempre altissima ed alla prima perturbazione, si possono innescare violenti temporali in grado di provocare furibonde grandinate.

Negli ultimi anni la situazione sta letteralmente cambiando: le forti ondate di calore africano immagazzinano molto calore ed energia in Valpadana e semplici infiltrazioni di aria fredda (anche in assenza di una vera e propria perturbazione) possono generare, come avvenuto a fine Maggio, violenti temporali e grandinate disastrose. Ma cos’è cambiato rispetto a tanti anni fa?

Sicuramente, spiega Giordano di MeteoReporter24, sono diminuite le perturbazioni vere e proprie nel periodo estivo e non solo, anche su scala annuale. Sono molti meno i giorni di pioggia su 365gg l’anno ma piove molto più intensamente in un breve lasso di tempo. Ciò può favorire l’insorgenza di fenomeni violenti ed alluvionali (come accaduto in Liguria negli ultimi anni e temporali sempre più violenti in Valpadana) ma anche l’incremento di fenomeni tempestosi associati a grandinate di dimensioni bibliche e maggiori probabilità di eventi tornadici. Una situazione climatica che sta sicuramente stravolgendo in alcune settori del Settentrione, in primis la Valpadana.  Anche nei prossimi anni, dovremo prepararci a convivere con questi fenomeni straordinari tipici con caratteristiche tropicali.

Edinet - Realizzazione Siti Internet