GOCCIA FREDDA punta verso il Nord Italia: spettacolo “pirotecnico” sul Golfo Ligure e non solo!

Pubblicato il 13 Novembre 2022 alle 1:36

GOCCIA FREDDA IN ARRIVO AL NORD – L’ingresso del nucleo gelido in quota ha già portato i suoi effetti nelle ultime ore sulle regioni meridionali italiane e su diverse regioni del medio-basso adriatico, ma da Domenica sera punterà rapidamente verso il Nord. Una bolla fredda di -25°C a 5000 metri che andrà a contrastare con le temperature miti della superficie marina del Mar Ligure (+17°C) causando la formazioni di temporali marittimi nella notte tra Domenica 13 e Lunedì 14 mattina.

Forti temporali andranno a generarsi al largo delle coste liguri, causando un vero e proprio “spettacolo pirotecnico” in mare aperto con lampi, tuoni e trombe marine. I contrasti così elevati generati dalla Goccia Fredda con delta termico di 42°C tra temperature del mare e temperature in quota, favoriranno lo sviluppo di imponenti nubi temporalesche. Il forte maltempo non dovrebbe coinvolgere la costa, ma saranno migliaia le fulminazioni previste dalla prossima notte sul bacino marittimo della Liguria. Prestare attenzione alla navigazione. Poi entro l’alba di Lunedì 14 Novembre, l’ultima regione ad essere interessata sarà il Piemonte, con qualche pioggia tra Cuneese e Torinese occidentale, dove si attende la neve a partire dai 1500m.

Seguirà poi una breve pausa, in attesa della forte perturbazione in arrivo sul Nord Italia a partire da martedì 15 Novembre, con piogge, temporali, venti forti, mareggiate e soprattutto forti nevicate in montagna, inizialmente sui 1500-1700m in rialzo a 1800-1900m nelle ore successive. Le regioni coinvolte saranno prevalentemente Liguria e Toscana, ma non mancheranno forti precipitazioni anche sul resto del Nord, con copiose nevicate praticamente su tutto l’arco alpino, in estensione da ovest verso est. Ulteriori approfondimenti nelle prossime ore sul peggioramento di martedì 15 Novembre.

Benvenuto autunno! Siamo di fronte all’arrivo delle prima vera perturbazione di stampo autunnale, con tutte le caratterestiche tipiche del periodo. Una vera manna per gli operatori turistici invernali che attendono con ansia l’arrivo delle grandi nevicate in montagna, per optare all’apertura anticipata tra l’inizio di Dicembre e l’Immacolata.

Per maggiore informazioni seguiteci su www.meteoreporter24.it

Edinet - Realizzazione Siti Internet