Meteo: Ciclone spagnolo minaccia l’Italia fino al 4 Settembre

Pubblicato il 31 Agosto 2022 alle 2:11

CICLONE SPAGNOLO subito a SETTEMBRE – L’estate 2022 ormai volge al termine: l’Italia è stata interessata nelle ultime ore da una vero e proprio “stramazzo temporalesco” che ha portato temporali molto violenti, grandinate, trombe d’aria e nubifragi dalla Liguria al Triveneto, senza tralasciare anche l’Emilia Romagna. Ma non sarà finita qui: subito in avvio di Settembre, a partire dal giorno 2, un “ciclone spagnolo” andrà a condizionare il tempo sul Centro-Nord Italia almeno fino al 4 Settembre, con nuove piogge, temporali e grandinate.

L’Italia si ritroverà dunque spezzata a metà, con maltempo e clima autunnale sulle regioni settentrionali italiane, mentre sul Centro-Sud tornerà l’anticiclone africano, con una “fiammata” molto significativa che farà balzare le temperature fino a 35°C su diverse zone della Sicilia, fino a 33°C in Sardegna e Calabria.

Si aprirà così il nuovo mese di settembre 2022, con il maltempo quotidiano sulle regioni del Nord Italia, dove torneranno le piogge, anche localmente abbondanti sotto eventuali temporali di forte intensità: alto il rischio di grandinate sulla Valpadana, mentre in montagna sarà piuttosto significativo il calo delle temperature, che scenderanno su valori quasi autunnali. Non ci sono buone notizie dunque per i prossimi giorni, con solo l’unica possibilità di miglioramento in vista di domenica 4 Settembre, quando il sole potrebbe tornare a splendere su molte regioni d’Italia, anche al Nord.

Al momento persiste una forte incertezza previsionali oltre i 3-4 giorni e ogni previsione oltre questo termine risulta altamente inaffidabile. Ci sono però degli indicatori in vista dell’8-11 Settembre, che indicano la possibilità di una formazione di due potenti cicloni in pieno atlantico che potrebbero giungere addirittura verso Portogallo e Spagna in avvio della seconda decade di Settembre. Attualmente non sembra probabile un possibile arrivo sull’Italia, ma data la temperature di 30°C del Mar Mediterraneo, non possiamo escludere che questi veri e propri “cicloni” possano ritrovare energia sui nostri mari, intensificandosi ulteriormente come avviene solitamente solo nei mari caraibici. Ne sentiremo sicuramente parlare nei prossimi giorni.

Per maggiori approfondimenti seguici su www.meteoreporter24.it

Edinet - Realizzazione Siti Internet