CICLONE POPPEA minaccia il Nord Italia dal 22 Novembre: arriva la “dama bianca” fino in collina!

Pubblicato il 21 Novembre 2022 alle 6:12

CICLONE POPPEA dal 22 NOVEMBRE – Sono a dir poco speventosi i modelli meteo in vista della prossima settimana, che darà il via anche alla terza decade del mese di Novembre. Dai tempi della TEMPESTA VAIA dell’Ottobre 2018, non si ricordava una depressione sotto i 985 millibar di pressione sul Nord Italia. L’attenzione è centrata su un “ciclone Poppea” che si proietterà verso il Mediterraneo attorno al 21-22 Novembre, portando un significativo peggioramento del tempo prima sulla Francia e poi anche sull’Italia.

Il CICLONE POPPEA (così ribattezzato da www.ilmeteo.it) farà crollare la pressione su valori attorno a 985 millibar davanti alla Costa Azzurra in transito poi su Golfo Ligure (987 millibar) e diretto su Golfo di Venezia (983-984 millibar), provocherà un peggioramento del tempo significativo su moltissime regioni del Nord Italia, portando piogge intense, temporali ma anche nevicate a quote collinari specialmente tra basso Piemonte ed entroterra ligure (versante padano), poi anche su Triveneto e Romagna. Sulle ALPI sarà neve mediamente oltre i 700-900 metri.

Sono ormai giorni che confermiamo l’arrivo di questo CICLONE POLARE in grado di proiettarci improvvisamente nel cuore dell’inverno. Le temperature caleranno di diversi gradi, portandosi addirittura in alcune casi anche sotto le medie del periodo. Ma veniamo al dunque e cerchiamo di capire dove arriverà la prima NEVE a bassa quota.

Nella notte tra Lunedì 21 e la mattinata di Martedì 22 saranno soprattutto le Alpi Occidentali a ricevere i primi accumuli, con sconfinamenti fino a 600m nelle valli del Cuneese e localmente sopra i 700-800m anche in Liguria (nella zona di Calizzano nel Savonese). Non mancheranno anche le prime spolverate “deboli” sui rilievi più alti del Savonese (monte Carmo, Melogno e Beigua sui 1200-1300m). La neve potrà cadere anche moderata sull’Appennino Genovese e sulle alture dell’Oltrepò fino a 900-1000m nella zona del Passo del Brallo, ma non si escludono sconfinamenti più in basso in caso di rovesci o temporali.

Nella giornata di Martedì 22, il maltempo si estenderà poi su tutto il Nord Italia ed il Triveneto, portando piogge anche intense tra Lombardia, Veneto e Friuli e accumuli nevosi fino a 30-40cm tra Veneto e Trentino a quota 1800, ma la neve si farà vedere anche a quote più basse tra i 900-1000m. Non resterà esclusa anche la Romagna, con la prima neve copiosa in Appennino, dove potrebbero cadere nella seconda parte di Martedì 22, quantitativi fino a 15-20cm oltre i 1200m (e fenomeni coreografici fino a 700-800m). Massima attenzione ai venti tempestosi che sferzeranno su moltissimi

Sarà una giornata anche di forte VENTO e MAREGGIATE prima sul Mar Ligure poi sull’alto Adriatico, con possibile alta marea a Venezia. Prestiamo dunque attenzione! Per maggiori informazione seguiteci su www.meteoreporter24.it

Edinet - Realizzazione Siti Internet