MAGGIO con l’incubo dell’Anticiclone Africano, ecco quanto durerà!

Pubblicato il 9 Maggio 2022 alle 2:23

Caldo Africano che rischia di presentarsi in largo anticipo rispetto all’avvio della stagione estiva 2022: è quanto ci indicano i modelli già a partire dai prossimi giorni, con una tendenza anticiclonica che viene confermata praticamente da tutti i modelli previsionali. Almeno fino al prossimo weekend 14-15 Maggio ci ritroveremo sotto il dominio anticiclonico azzorriano, dunque con caldo piuttosto afoso nelle località di pianura al Nord (specie in Valpadana) dove si potranno raggiungere e superare anche i 30°C in alcune città.

Ma l’incubo dell’Anticiclone Africano sarà dietro l’angolo: infatti già a partire dal 16 Maggio e per i giorni successivi, non escludiamo la formazione di un “anticiclone ad omega” in grado di favorire un caldo africano dall’alito torrido e bollente proveniente dal Nord Africa proprio verso l’Italia. Ecco che le temperature inizieranno a lievitare ulteriormente soprattutto nei valori minimi notturni, con le prime possibili NOTTI TROPICALI in alcune regioni.

A differenzadell’anticiclone azzorriano ( o detto Mediterraneo), quello AFRICANO è decisamente più torrido e secco. Giungendo con oltre 40 giorni d’anticipo sulla data d’inizio estate, potrebbe portare un sensibile innalzamento delle temperature nei valori minimi notturni, fino a 20°C specie lungo le aree costiere e nei grandi centri urbani. Nelle grandi città della Vapadana come Torino e Milano potrebbero toccarsi valori prossimi ai 30°C a partire dal 12-13 Maggio. Più fresco invece lungo le coste grazie alle brezze marittime generate dai mari ancora piuttosto freddi (temperature marine attorno ai 15°C). In pochi giorni i nostri mari potrebbe portarsi già a 17-18°C.

La disposizione barica prevista dai modelli previsionali per i prossimi giorni indicano sicuramente un importante passo d’avvicinamento alla stagione estiva: un anticiclone così ben radicalizzato e duraturo potrebbe compromettere gran parte di questo Maggio, almeno fino alla fine della seconda decade del mese. Un grave passo falso della PRIMAVERA che rischia di chiudersi con largo anticipo, con forte mancanza di piogge e nuovamente il pericolo siccità in vista dei mesi estivi.

Edinet - Realizzazione Siti Internet