Temporali

La “BURRASCA di SANT’ANNA” porterà anche i TORNADO: tornano Temporali e Grandinate in serata!

Pubblicato il 26 Luglio 2022 alle 2:12

Dopo l’intensa fase di maltempo che ha colpito il Nord Italia nelle scorse ore, con grandinate e temporali violentissimi dal Piemonte al Triveneto, adesso arriva si attende l’arrivo della “vera” BURRASCA di SANT’ANNA: lo avevamo anticipato nei precedenti aggiornamenti, che sarebbe stato solo l’antipasto e così sarà! Infatti già dalla serata di martedì 26 Luglio e soprattutto durante la notte, è atteso l’ingresso di un nocciolo di aria fresca su Triveneto ed alta Lombardia, in grado di rigenerare lo sviluppo di celle temporalesche molto intense e “cattive” con rischio di grandinate, forti raffiche di vento e questa volta anche possibilità di episodi tornadici.

L’ingresso appunto dell’aria piuttosto fresca, oltre ad abbassare le temperature in maniera generalizzata (e non più localizzata come nelle scorse ore), favorirà anche lo sviluppo di temporali molto violenti con rischio di tornado. Ricordiamo che tromba d’aria e tornado sono lo stesso identico fenomeno (non ci sono differenze in meteorologia).

Prepariamoci dunque da MARTEDI 26 SERA ai primi fenomeni violenti in evoluzione dal Trentino verso il Veneto e l’Emilia Romagna e poi nella notte anche su Lombardia e parte del Piemonte con possibili locali sconfinamenti anche in Liguria (entro l’alba del 27 Luglio). I temporali più intensi e “pericolosi” sono previsti sulla pianura veneta-romagnola e tra Bergamasco, Milanese, Novarese e Pavese. In queste zone non si potrà escludere anche lo sviluppo di supercelle con rischio di tornado.

Solo dalla tarda notte i fenomeni tenderanno a sconfinare verso la Riviera Ligure, dove attendiamo qualche episodio temporalesco in sconfinamento da monte verso mare, specialmente sulle province di Savona e Genova. Si tratterà comunque di fenomeni molto circoscritti e localizzati, non saranno dunque in grado di portare una pioggia diffusa su tutte le località. Addirittura secondo l’ultimo aggiornamento i temporali più intensi potrebbero svilupparsi proprio in mare aperto, a poche miglia dalla costa ligure, lasciando dunque le aree costiere solo con le “briciole”.

La BURRASCA di SANT’ANNA dunque non è ancora finita: prepariamoci ad una nottate “scoppiettante” dal punto di vista meteorologico, su gran parte del Nord Italia e questa volta anche su alcune aree della Liguria.

Per maggiori approfondimenti seguiteci sul nostro canale YOUTUBE (clicca qui per iscriverti)

Edinet - Realizzazione Siti Internet