Ritrattato il PEGGIORAMENTO “post-pasquale”: molto FREDDO ma poche PIOGGE, la siccità continua!

Pubblicato il 2 Aprile 2021 alle 1:10

Dopo il primo ritrattamento sul peggioramento di Pasqua e Pasquetta, arrivano i primi ritrattamenti anche sull’ondata di maltempo attesa tra il 6-7 APRILE. I modelli previsionali continuano a “sbagliare” completamente le traiettorie delle perturbazioni anche nel breve-medio termine, ritrattando gran parte dei peggioramenti in arrivo sull’Italia proprio all’ultimo minuto.

La PASQUA si trascorrerà quindi con cieli generalmente soleggiati al Nord-Ovest e sulla Liguria, con temperature ancora gradevoli mentre da Pasquetta si avrà un moderato peggioramento sul Nord Italia dalla seconda parte della giornata, con rischio piogge su Riviera di Levante, Emilia Romagna, Lombardia e Triveneto. Meno instabile sull’estremo nord-ovest!

Ma anche il secondo peggioramento del 6-7 APRILE è stato notevolmente ridimensionato: la discesa di aria fredda sarà intensa ma non porterà le grandi piogge primaverili che ci attendevamo qualche giorno fa. Solo durante il passaggio del “nocciolo gelido” in quota (circa -30°C a 5500 metri), si aprirà una fase instabile in grado di generare rovesci di stampo temporalesco in formazione sulla Val Padana in transito da nord-ovest verso sud-est.

Potrebbe essere la prima occasione per la formazione di una “SQUALL LINE” sulla Val Padana in estensione verso Liguria (evoluzione da confermare nei prossimi giorni). I forti contrasti tra l’aria fredda in arrivo e l’aria molto mite presente in questi giorni sul Nord Italia, potrebbe generare lo sviluppo di forti temporali tra Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Triveneto. A causa delle temperature piuttosto basse, potrà tornare a cadere un po’ di neve fino a quote collinari su alcune aree del Settentrione. Sarà molto elevato il rischio di fenomeni a carattere grandinigeno. I TEMPORALI seppur localmente molto intensi non potranno risolvere il problema siccità che sta interessando gran parte del Settentrione, andando a interessare solo alcune porzioni del Nord Italia a macchia di leopardo.

Purtroppo la SICCITA’ continuerà probabilmente ancora a lungo: dal 9-10 APRILE si attende infatti l’estensione dell’ANTICICLONE AZZORRIANO verso l’Italia con un ritorno del bel tempo. Ad oggi non si prevedono perturbazioni di stampo primaverile e portatrici di piogge persistenti nemmeno sul lungo termine.

Edinet - Realizzazione Siti Internet