PASQUA e PASQUETTA col rischio maltempo, poi arriverà anche il FREDDO e la NEVE

Pubblicato il 30 Marzo 2021 alle 1:24

Secondo le ultime elaborazioni modellistiche PASQUA e PASQUETTA dovrebbero trascorrere in un contesto abbastanza soleggiato; qualche disturbo temporalesco è previsto per le prime ore di Pasqua sul medio e basso Adriatico ma in rapida attenuazione, mentre per la serata di Pasquetta è atteso un peggioramento al nord e sul Tirreno con nubi in aumento e i primi rovesci sparsi. Saranno prevalentemente le regioni del Nord Italia a subire un peggioramento del tempo nelle Festività Pasquali, con piogge moderate e qualche temporale sulle regioni alpine e nevicate confinate alle ALPi mediamente oltre i 1800-2000 metri.

Ma il COLPO di SCENA è atteso da martedì 6 aprile, quando il modello americano scommette su un’ondata di maltempo breve ma incisiva con una lingua di aria molto fredda in discesa a ridosso dell’Italia, risvolti depressionari e addirittura neve sino a quote collinari specie su Lombardia, Piemonte, Liguria ed Emilia-Romagna, poi a quote di alta collina sull’Appennino centrale. Una previsione certamente un po’ estrema, anche se temporali di neve ad aprile sino in pianura li abbiamo già osservati varie volte. Non è però affatto detto che la saccatura raggiunga in modo così diretto il nostro Paese, se il freddo puntasse verso la Francia o la Spagna, la risposta sarebbe ugualmente instabile al nord e al centro ma con caratteristiche miti ma portatrici di maggiori piogge.

Nei prossimi giorni capiremo meglio la situazione meteo prevista sul dopo-Pasqua/Pasquetta, ma la tendenza verso il FREDDO sembra ormai confermata da diversi modelli meteo. Potrebbe essere l’occasione per rivedere l’ultima nevicate di stagione fino a quote basse specialmente al Nord con sorprese temporalesche che potrebbero favorire la comparsa di grandine o neve tonda fino a quote pianeggianti.

Edinet - Realizzazione Siti Internet