METEO PASQUETTA: “dry-line” temporalesca in VAL PADANA, rischio “temporali” e “grandinate” tra LOMBARDIA ed EMILIA

Pubblicato il 2 Aprile 2021 alle 1:40

L’arrivo di una perturbazione sul Nord Italia nella seconda parte della giornata di Pasquetta, supportata da aria molto fredda, favorirà lo sviluppo di un linea temporalesca particolarmente attiva sulla Val Padana in grado di generare una vera e propria “dry-line” con groppi temporaleschi in estensione da nord-ovest verso sud-est.

Si inizierà probabilmente già nel tardo pomeriggio di PASQUETTA con gli sviluppi di celle temporalesche sulle aree alpine di Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige con estensione in serata-nottata verso le pianure. Secondo i modelli previsionali, andrebbero a generarsi i tipici temporali a cui siamo abituati specialmente nella stagione estiva, con interessamento principalmente delle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna. Ancora da valutare il possibile interessamento del Piemonte e parte della Liguria. I fenomeni potranno risultare anche di forte intensità a causa dei forti contrasti tra l’aria fredda in entrata e quella molto mite presente al suolo.

Certezze ci giungono invece in merito alle TEMPERATURE che subiranno un abbassamento molto sensibile (anche superiori a 10-12°C a 1500m) riportandosi ben al di sotto delle medie stagionali del periodo, ma comunque non si prevedono GELATE INTENSE in grado di creare problemi all’agricoltura. Sarà sopratutto il RISCHIO GRANDINE a creare il maggior rischio per gli agricoltori e coltivatori. Tornerà anche la NEVE con spruzzate a quote collinari su ALPI e nord APPENNINO

Edinet - Realizzazione Siti Internet