L’ITALIA in balia del CICLONE MEDITERRANEO, ma nel WEEKEND arriva l’OTTOBRATA!

Pubblicato il 4 Ottobre 2021 alle 11:19

L’ondata di maltempo estremo che ha investito il Nord Italia causando una devastante alluvione in Liguria, continuerà a favorire condizioni di tempo instabile e perturbato anche nei prossimi giorni. Almeno fino a mercoledi mattina, il Centro-Nord Italia resterà in balia di correnti fresche ed umide occidentali, in grado di apportare moderata instabilità e qualche pioggia specie tra Toscana, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia e localmente anche sulla Marche.

A partire da MERCOLEDI POMERIGGIO-SERA peggiorerà anche sulle regioni centrali e sul medio-basso adriatico, con fenomeni localmente anche a carattere temporalesco associati ad un graduale abbassamento delle temperature. Non è escluso il coinvolgimento anche delle estreme regioni meridionali su venerdi. Migliorerà invece sul Nord Italia con schiarite via via sempre più ampie e durature, ma farà piuttosto fresco specialmente di sera. I motivi sono riportati al congiungimento dell’anticiclone azzorriano con l’anticiclone russo, con refoli di aria fresca in avanzamento verso il l’Italia.

Il colpo di scena arriverà proprio nel weekend: l’anticiclone azzorriano emigrerà stavolta verso il Nord Europa, dando vita ad almeno 2-3 giornate di tempo molto mite e stabile, specie al Settentrione. Una vera OTTOBRATA con temperature probabilmente fino a 25-26°C in alcune località italiane. Questo spostamento barico verso le alte latitudini, potrebbe conseguire nel medio-lungo termine in una conseguente discesa di aria fredda dalla Germania verso l’Italia, con il primo vero affondo freddo della stagione autunnale, che porterebbe la neve fino a quote medio-basse sulle ALPI CENTRO-ORIENTALI e sotto i 1000 metri anche su Centro-Nord Appennino.

Edinet - Realizzazione Siti Internet