I TEMPORALI fanno PAURA in PIEMONTE: anche mercoledì “RISCHIO METEO” dalle ore 16

Pubblicato il 23 Giugno 2021 alle 1:10

Dopo i temporali violenti che hanno colpito il Piemonte nella giornata di ieri, anche quest’oggi si potranno nuovamente ripresentare su alcune aree di pianura, specialmente in provincia di Torino, Asti e Biella.

Il lungo nubifragio di MARTEDI POMERIGGIO è durato circa 3 ore. In centro si è trattato del record di intensità di pioggia su 3 ore dal lontano 1928, anche il picco di intensità oraria (tra i 60 e i 70 mm a seconda delle zone) è vicino ai record storici di Torino. Ecco i dati precisi: Torino Via Consolata (Arpa Piemonte) 87 mm (record di intensità di pioggia su 3 ore dal 1928); Torino centro (SMI) 92 mm; Torino Regio Parco (Torino-Meteo) 105 mm con raffiche fino a 65 km/h. La temperatura in città è crollata di oltre 10 gradi in pochi minuti: dai 28-29 gradi di inizio pomeriggio ai 18 durante il nubifragio.

Su queste aree i fenomeni anche oggi MERCOLEDI 23 GIUGNO potrebbero nuovamente assumere carattere di forte intensità associati ad improvvisi rovesci accompagnati anche da grandine e forti raffiche di vento. Non vengono esclusi possibili NUBIFRAGI o ACQUAZZONI in grado di scaricare quantitativi di pioggia medio-elevati in alcune località.

Meno coinvolto invece il Piemonte più orientale ed il Cuneese che potrebbero rimanere ancora una volta ai margini del peggioramento. Come accaduto ieri, si prevedono formazioni temporalesche a partire dalle 16-17 fino alla serata, con estensione dal basso Torinese e Astigiano verso l’alto Piemonte. E così proseguirà probabilmente anche nei prossimi giorni, con mattinate soleggiate e calde alternate a pomeriggi ricchi d’instabilità e temporali violenti.

Consigliamo di prestare la massima attenzione in caso di celle temporalesche particolarmente attive e soprattutto alle raffiche di vento che hanno causato non pochi danni nelle scorse ore, anche alle abitazioni, come avvenuto ieri a Cercenasco (TO).

Nella serata di ieri, il forte maltempo ha poi investito parte della SVIZZERA causando un grave episodio alluvionale nella località di Cressier (vedi sotto). Foto copertina di Franco Vinetti

Dopo il PIEMONTE è toccato alla SVIZZERA, nubifragi e disagi nella scorsa notte

Edinet - Realizzazione Siti Internet