GELO RUSSO da San Valentino, poi arriva la “GRANDE NEVE” dal 17 FEBBRAIO

Pubblicato il 6 Febbraio 2021 alle 6:02

Sembra continuare ad essere confermata l’ONDATA di GELO RUSSO in vista del prossimo weekend, con temperature veramente rigide su tutto il comparto dell’est europeo e su quasi tutta l’Italia (Nord compreso). Isoterme fino a -10°C a 1500m potrebbero spingersi addirittura fin sulla Corsica e sulla Sardegna, oltre -15°C alla stessa quota in Val Padana e sull’Adriatico. Trattandosi ovviamente di ARIA PELLICOLARE e quindi gelida a tutte le quote, si pre-annuncia un fine settimana da “brivido” su tutto lo Stivale.

Secondo i nostri modelli meteo potrebbe trattarsi di un’evento molto importante per l’ITALIA con isoterme a 850hPa fino alla doppia cifra sottozero su diverse regioni: in caso di precipitazioni la NEVE potrà far la sua comparsa fino in pianura non solo in Valpadana ma anche su tutta la costa adriatica e con probabilità anche su diverse zone del Tirreno, dalla Toscana alla Calabria. In questa prima fase pertubata e gelida non dovrebbero presentarsi nevicate di rilievo sulle regioni del Nord-Ovest, salvo fenomeni in fase d’irruzione e qualche fenomeno da stau sul basso Piemonte.

Ma occhio invece allo scenario che potrebbe aprirsi con l’avvio della settimana seguente (attorno al 17 Febbraio) quando l’anticiclone dovrebbe emigrare definitivamente verso il Polo Nord favorendo un doppio attacco perturbato all’ITALIA: da est continuerà ad affluire aria fredda e di matrice continentale (oltre a quella già presente al suolo nel weekend di San Valentino) mentre da ovest si potrebbe aprire la porta dell’ATLANTICO con l’avvicinamento di una perturbazione più umida e quindi carica di precipitazioni.

Ecco che il NORD ITALIA rientrà in gioco in termine di nevicate con possibilità di fenomeni nevosi fino in pianura, anche sulla RIVIERA LIGURE non solo a GENOVA e SAVONA ma anche sulle coste dell’Imperiese e dello Spezzino. Aria mite e carica di umidità infatti sorvolerà sopra un cuscino di aria gelida (aria fredda più pesante al suolo, aria mite più leggera in quota) favorendo una delle migliori condizioni possibili per l’arrivo di importanti nevicate in pianura. L’ultimo evento simile di tale portata lo ricordiamo nei primi giorni di MARZO 2005 (precisamente giorno 3 Marzo) quando cadderò fino a 35cm di neve a Genova, oltre 25cm a Savona e 15cm dal Finalese alla piana ingauna. Con tali condizioni di freddo presente al suolo la neve non si potrà escludere anche in luoghi come Imperia, Sanremo e Ventimiglia.

SEGUICI SU FACEBOOK 

Edinet - Realizzazione Siti Internet