FUNGHI LIGURIA: la stagione rischia di finire prima di iniziare, le CAUSE dovute al VENTO FORTE!

Pubblicato il 11 Ottobre 2021 alle 1:21

Brutte notizie per gli amici fungaioli della Liguria, che attendevano con grande attesa l’avvio della stagione fungina 2021, ormai spesso e volentieri rimandata sempre al mese di Ottobre negli ultimi anni. Ma quest’anno l’incognita maltempo rischia di “troncare” in avvio la buttata prevista proprio in questi giorni.

Soprattutto sulla Riviera Ligure, ormai da giorni spira un forte vento di tramontana con umidità relativa sotto il 30-35%. Un dato allarmante che rischia di compromettere notevolmente la crescita spontanea del fungo porcino. I terreni si mantengono ancora piuttosto “bagnati” dopo le abbondanti piogge dei giorni scorsi, ma solo nelle aree boschive con molto “fogliacco”. Altrove, i terreni hanno già subito una forte asciugatura superficiale nei primi 4-5cm di sottosuolo.

Situazione migliore invece nell’entroterra, dove si segnalano già le prime crescite in Valbormida tra Calizzano e Bardineto, soprattutto di “boletus pinophilus”, il tipico fungo “rossastro” o “fungo da freddo”. Pochi invece gli esemplari di “Boletus aestivalis” (fungo porcino detto estivo).  Si attende una grande buttata in provincia di Genova, specie nelle aree interessate dalle precipitazioni alluvionali dei giorni scorsi: dal Sassellese alla Valle Stura così come in Val Polcevera, Scrivia, Trebbia ed Aveto, dove su quest’ultime il bosco ha già iniziato a produrre da qualche giorno.

E per i prossimi giorni le condizioni meteo non promettono nulla di buono: altro VENTO di TRAMONTANA in arrivo, con raffiche intense tra Genova e Capo Mele, grecale moderato su Riviera di Levante ed Imperiese. Non di certo una situazione favorevole alla prolificazione delle specie fungine, in primis il porcino.

E se non nasce nulla, possiamo dar per conclusa la stagione dei funghi sulla Riviera Ligure? Assolutamente no! Dopo un periodo freddo a metà Ottobre, si potrebbe riaprire una fase mite di qualche giorno che ci accompagnerà fino al 20 Ottobre. Qualcosa potrebbe ancora nascere specie nelle zone più umide e dove sarà presente nel sottobosco molto “fogliacco”. Servirà poi una perturbazione con altra pioggia nell’ultima decade del mese, per sperare di recuperare in extremis questa stagione con l’avvio del mese di Novembre (temperature consentendo).

Edinet - Realizzazione Siti Internet