CORONAVIRUS: nuovo DPCM e nuovo “cambio di COLORI”, scattano i primi RICORSI

Pubblicato il 17 Gennaio 2021 alle 10:18

Inizia oggi il nuovocambio di colore” delle Regioni, in base all’ordinanza firmata nei giorni scorsi dal Ministro della Salute Roberto Speranza: diventano “rosse” la provincia autonoma di Bolzano, Lombardia e Sicilia. Passano in area arancione Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle D’Aosta. Restano in area arancione Calabria, Emilia-Romagna e Veneto. Sono zona “gialla” la Provincia autonoma di Trento, Toscana, Sardegna, Molise, Campania e Basilicata.

La Lombardia ha annunciato il ricorso, mentre Bolzano, forte del suo status di Provincia Autonoma, tenta lo strappo e si “autoproclama” in giallo, ma il braccio di ferro è appena iniziato. Nessun problema invece per la Sicilia, il cui presidente Musumeci aveva espressamente chiesto la zona rossa.

Le principali novità, in base alle regole fissate nel DPCM firmato venerdì dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, riguardano gli spostamenti tra regioni, vietati anche tra zone gialle fino al 15 febbraio. Permane il divieto di spostarsi tra comuni in regioni rosse o arancioni. Cambiano le regole per bar e ristoranti: dopo le 18 è vietato anche l’asporto, si può soltanto consegnare a casa. Da domani riaprono mostre e musei nelle regioni in zona gialla.

Edinet - Realizzazione Siti Internet