CORONAVIRUS: morto RAUL CASADEI “RE del LISCIO”, era ricoverato dal 2 Marzo

Pubblicato il 13 Marzo 2021 alle 12:47

E’ morto, all’ospedale di Cesena, Raoul Casadei, musicista noto per essere il ‘re del liscio’. Casadei aveva 83 anni ed era ricoverato dal 2 marzo all’ospedale Bufalini di Cesena, dopo aver contratto il Covid. Le sue condizioni si sono progressivamente aggravate ed e’ morto in mattinata. Oltre a lui, si legge sul sito della Stampa, erano stati contagiati anche gli altri famigliari della ‘dinastia’ romagnola.

Il giorno del ricovero in ospedale era stata proprio la figlia Carolina a parlare delle condizioni del padre, spiegando era stato ricoverato dopo che la saturazione si era abbassata molto. «Anche in considerazione dei suoi 83 anni compiuti il 15 agosto, i medici che sono venuti a casa a fargli l’ecografia ai polmoni e hanno visto che aveva un po’ di polmonite, ci hanno consigliato di ricoverarlo»

Raul Casadei ha fatto ballare, incontrare e innamorare generazioni di italiani. Si era appassionato alla musica a sedici anni, quando lo zio Secondo, direttore della più famosa orchestra di liscio romagnolo (fondata da lui nel 1928), gli aveva regalato una chitarra. Un successo giocato sulle note morbide e allegre del folk romagnolo e su una capacità innata di parlare, dal palco, con il pubblico. Il suo scopo era, infatti, far conoscere a livello mondiale il genere musicale del liscio, attraverso i valori della propria terra romagnola: la famiglia, l’amore e l’amicizia.

Edinet - Realizzazione Siti Internet