Bloccato dalla NEVE si autodenuncia per OMICIDIO per farsi salvare

Pubblicato il 16 Febbraio 2021 alle 12:44

Come farsi salvare se si resta bloccati in casa per via della neve? Semplice: denunciando un omicidio che in realtà non è mai avvenuto. E’ questa l’idea assurda venuta in mente ad un uomo rimasto intrappolato in casa a seguito di una copiosa nevicata, che ha ostruito la strada di accesso alla sua abitazione.

L’uomo, un cittadino ucraino, si è autodenunciato per il falso omicidio del compagno della madre, sostenendo di averlo pugnalato al petto, e ha chiamato la polizia invitandoli a venire ad arrestarlo con lo spazzaneve, unico mezzo in grado di raggiungere la sua casa. E’ accaduto a Grybova Rudnya, in Ucraina. Quando la polizia è arrivata, per giunta a bordo di un Suv e dunque senza risolvere il problema dell’uomo, ha trovato quello che doveva essere la vittima in buone condizioni.

Il falso killer ha dunque confessato il suo piano e la menzogna raccontata, spiegando che i servizi comunali non avevano liberato a sufficienza la strada dalla neve e dunque ha dovuto ricorrere al sotterfugio. Ora, come si legge sul Guardian, rischia una multa per falsa denuncia.

Edinet - Realizzazione Siti Internet