AUTOSTRADA A26 chiusa per LAVORI: si scatena il “panico” sul TURCHINO, ma il transito dei TIR era vietato!

Pubblicato il 10 Giugno 2021 alle 2:48

E’ stata una notte terribile sull’APPENNINO LIGURE dopo la chiusura dell’autostrada A26 tra OVADA e GENOVA VOLTRI in entrambe le direzione, con traffico veicolare dirottato sulla SS456 del Turchino a partire dalle ore 22:00 fino alle 6:00. Le cause delle chiusura programmata per i soliti lavori in galleria e per trasporti eccezionali. Una serata “caotica” per tutti coloro che si sono ritrovati sui tornanti del Passo del Turchino con ingorghi e momenti di vero panico tra gli automobilisti che si sono incanalati in una strada particolarmente stretta e pericolosa, cercando di evitare impatti con i TIR ma anche facendo i conti con i precipizi sottostanti. Non sono mancati anche momenti di tensione.

Oltretutto da quanto si legge sui comunicati di Autostrade per l’Italia, il transito di veicoli con massa superiore a 7,5 tonnellate era vietato. Infatti chi proveniva da Alessandria avrebbe dovuto essere dirottato sulla bretella di Predosa verso Novi Ligure per incanalarsi sulla vecchia autostrada A7 Milano-Genova. Stessa situazione per chi proveniva da Genova, avrebbe dovuto percorrere sempre l’A7 Genova-Milano fino all’altezza di Serravalle Scrivia per poi proseguire per la propria destinazione.

Qui sotto vi mostriamo alcuni sfoghi degli automobilisti che questa notte si trovavano nelle fasi più critiche lungo i tornanti del Passo del Turchino.

Siamo arrivati ora a casa, sani e salvi e con la macchina tutta intera, abbiamo rischiato grosso, un tir di dimensioni ragguardevoli, in uno dei punti più stretti della statale 456 ci ha stretti a monte della strada con l’intenzione di passare a tutti i costi! Con mille manovre a dir poco “azzardate” è riuscito a retrocedere quel tanto che ci ha permesso di liberarci… Ho chiamato il 112, “mandiamo subito una macchina”….. Siiiiii, aspettali che arrivano…. Dietro a quel tir ne ho contati altri 6 ( tutti delle stesse dimensioni) Stiamo aspettando un’altra tragedia? Forse sarebbe troppo intelligente non farli scendere per questa striminzita e tortuosa via di comunicazione? Non ci siamo fatti niente, questa volta è andata bene, mi si è solo alzata la pressione

Una serata terribile sulle strade del Turchino. Auto-articolati con guida nervosa, caos totale. Specchietto rigato e ci riteniamo a dir poco fortunati. Oltretutto il transito dei tir era vietato, quindi sicuramente c’e’ stato un problema di organizzazione da parte degli enti proposti. E’ stato un vero miracolo se nessuno è finito giù nel burrone o in qualche fosso“.

FUNIVIA MOTTARONE: la telefonata “shock” del 118 ai CARABINIERI [VIDEO]

 

Edinet - Realizzazione Siti Internet