ANTICICLONE e CALDO ESTIVO fino al 2-3 Aprile, poi “RIBALTONE METEO” per PASQUA e PASQUETTA

Pubblicato il 26 Marzo 2021 alle 9:13

E’ tornato l’Anticiclone in tutt’Italia e le temperature stanno aumentando sensibilmente in tutto il Paese. Oggi, per il secondo giorno consecutivo, al Nord abbiamo avuto picchi di oltre +21°C nei valori massimi giornalieri, e nei prossimi giorni la colonnina di mercurio raggiungerà temperature analoghe anche al Sud, già nel weekend. La prossima settimana, tra fine Marzo e inizio Aprile, il caldo si intensificherà in tutt’Italia: l’Anticiclone diventerà sempre più forte e dominerà la scena, garantendo cieli sereni in tutto il Paese e su gran parte d’Europa. Le temperature arriveranno fino a +25°C al Centro/Nord, supereranno stabilmente i +20°C anche al Sud. Il picco dell’Anticiclone sarà tra Martedì 30 e Mercoledì 31 Marzo, proprio gli ultimi due giorni del mese.

La situazione cambierà nella seconda parte della prossima settimana, a inizio Aprile e verso il weekend di Pasqua: già Venerdì 2 Aprile un doppio flusso d’aria umida raggiungerà l’Italia, freddo da Nord/Est e caldo da Sud/Ovest. Proprio nel weekend di Pasqua (Sabato 3 e Domenica 4 Aprile), il Paese tenderà a spaccarsi in due dal punto di vista termico, con un brusco calo delle temperature al Nord e un contemporaneo forte aumento termico al Sud: in base agli ultimi aggiornamenti dei modelli, potremmo ritrovarci con +30°C a Catania e Siracusa mentre Bolzano e Trieste scenderebbero sotto i +5°C. Un’intensa ondata di freddo, infatti, conquisterebbe l’Europa centrale portando la neve fin in pianura tra Francia e Germania, e riportando la “dama bianca” anche in Spagna, a quote molto basse. Potrebbe nevicare di nuovo a Berlino, Parigi e addirittura Madrid, mentre sull’Italia centro/settentrionale si potrebbe determinare una pericolosissima “area di convergenza” con piogge torrenziali e abbondanti nevicate sulle Alpi e sull’Appennino settentrionale.

Questa situazione persisterebbe anche a Pasquetta, mentre una lingua di freddo polare dai connotati eccezionali per il periodo piomberebbe sull’Atlantico settentrionale con isoterme di -20°C ad 850hPa sull’Islanda. Uno scenario estremo che potrebbe determinare una successiva ondata di freddo di origine polare marittima su gran parte d’Europa e forse anche sull’Italia dopo il 6-7 Aprile, ma di quest’eventualità parleremo meglio nei prossimi aggiornamenti.

Edinet - Realizzazione Siti Internet