POLLINI da record in PIEMONTE: inverno mite e primavera anticipata tra le principali cause

Pubblicato il 20 Febbraio 2020 alle 8:09

Con l’inverno molto mite e la primavera anticipata, la concentrazione di pollini è superiore alla media storica in tutto il Piemonte per le tre famiglie arboree Betulaceae (ontano e betulla), Corylaceae (nocciolo e carpino nero) e CupressaceaeTaxaceae (cipresso e tasso). La concentrazione media settimanale misurata dall’Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) ha raggiunto il picco nella settimana dal 10 al 16 febbraio ma con tendenza in aumento.

I valori massimi giornalieri si sono registrati già a partire dall’inizio di febbraio presso la stazione di Omegna (Vco) e nei giorni successivi a Novara e nel sud del Piemonte.

Edinet - Realizzazione Siti Internet