MALTEMPO e FREDDO tra Venerdì e Sabato: arriverà la NEVE sull’APPENNINO oltre i 1500 metri

Pubblicato il 18 Novembre 2020 alle 12:23

Dopo una prima metà di Novembre eccezionalmente calda e secca sull’Italia, la situazione sta cambiando e le piogge dei giorni scorsi hanno rappresentato la prima “rottura” dell’Anticiclone che tuttavia nei prossimi due giorni tornerà a portare ampie schiarite e temperature in aumento su tutto il Paese. Un primo peggioramento è attesa nella notte tra GIOVEDI e VENERDI sul Nord Italia, con piogge e locali rovesci su Romagna e Nord-Est in estensione a Levante Ligure e Toscana. Da valutare nelle prossime ore il possibile interessamento dell’estremo nord-ovest, dove non escludiamo giovedì notte possibili fenomeni legati ad passaggio di un blando fronte perturbato.

L’ondata di freddo di cui parliamo da giorni arriverà tra Venerdì 20 e Sabato 21 Novembre: il maltempo colpirà in modo particolare il Centro/Sud, Venerdì il Centro e Sabato il Sud, e le temperature diminuiranno sensibilmente raggiungendo valori decisamente più freschi dapprima al Nord e poi anche al Centro/Sud, soprattutto nelle Regioni adriatiche. Nel WEEKEND sarà invece garantito il bel tempo sul Nord Italia, seppur in un contesto decisamente più fresco, specie al primo mattino.

La neve arriverà attorno ai 1500 metri di altitudine nella giornata di Sabato sull’Appennino centro/meridionale, in modo particolare tra Abruzzo e Molise; poco più sù tra Campania, Basilicata e Puglia, e oltre i 1.700/1.800 metri in Calabria e Sicilia. Le temperature crolleranno su valori tipicamente invernali, determinando le prime gelate della stagione fin in pianura Padana e nei fondovalle delle Regioni del Centro.

Edinet - Realizzazione Siti Internet