MALTEMPO 4-7 GIUGNO: fase critica fino al WEEKEND, possibili oltre 300-400mm di pioggia su alcune REGIONI!

Pubblicato il 3 Giugno 2020 alle 7:08

Settimana perturbata, questa in corso, per molte regioni italiane. Si attiverà, infatti, un flusso umido e instabile, a tratti perturbato occidentale o meridionale, alimentato da cavi depressionari nordatlantici, in grado di arrecare maltempo importante sulle regioni tirreniche e soprattutto al Nord, qui con maltempo pesante su alcune aree. Fronti intensi con temporali e nubifragi avranno corso già tra oggi e domani, in particolare sulle aree settentrionali a Nord del Po e tra Liguria e alta Toscana, ma continueranno in maniera più estesa sul territorio nella notte su venerdì, nel corso di venerdì e, seppure in forma più localizzata, ma ugualmente pesante, tra sabato e domenica. La particolare disposizione barica, con cavo instabile e annesso minimo mobile in azione tra la Provenza e il Nordovest Italia, comporterà una costante, salvo brevi fasi di pausa, esposizione delle aree alpine, prealpine e delle medio-alte pianure del Nord ai fronti perturbati, al punto da consentire altri ingenti accumuli di pioggia nel corso del fine settimana con rischio elevato e persistente di dissesti idro-geologici.

Il maltempo delle prossime ore, soprattutto al Nord e su alto Tirreno, nella notte su venerdì si espanderà anche al Centrosud, con temporali e fenomeni localmente anche violenti in forma di nubifragio, tra il Sud Toscana, l’Umbria, il Lazio, specie centro meridionale, la Campania e diffusamente la Puglia. Anche su queste aree saranno possibili allagamenti lampo e qualche dissesto, per ingenti quantitativi di acqua in unità di tempo ridotta. Nel frattempo, rovesci e temporali forti persisteranno sulle aree centro orientali del Nord, specie tra Trentino, Veneto e soprattutto Friuli VG e anche su alta Toscana, fino alla mattinata di Venerdì. Una generale pausa nella sera di venerdì e nella notte su sabato poi, da sabato e fino a tutta domenica 7, riprenderanno rovesci e temporali su Alpi, Prealpi, alto Piemonte, alta lombardia, Levante ligure, alta Toscana e, in maniera più esasperata, sul Friuli con altri ingenti accumuli di pioggia.

Massima allerta su queste aree poiché, oltre ai già abbondanti mm previsti tra la sera-notte prossime e giovedì, fino a circa 150/200 mm su alcune aree, per i giorni a seguire e entro il fine settimana, sono previsti accumularsi altri 100/200 o persino 300/350 mm localmente. Allerta estrema tra alto Veneto e Friuli, poichè su queste aree, in tutto il peggioramento atlantico, da metà settimana e fino al weekend, sono attesi oltre 500 mm di pioggia, con forte rischio di disseti. Complessivi 200/300 mm anche per alto Piemonte, alta Lombardia, sommando i 100/200 mm fino a domani sera e altri 100/150 mm nei 2/3 giorni successivi. Accumuli sui 30/40/50 mm diffusi anche su molte aree tirreniche, specie tra il resto della Toscana, il Lazio e la Campania, fino a 70/80/100 mm tra basso Lazio e Nordovest Campania, Casertano, ma qui con instabilità più circoscritta tra la notte su venerdì e la giornata di venerdì stesso, fenomeni più irregolari e deboli a seguire.

 

Edinet - Realizzazione Siti Internet