In VALBORMIDA attese le prime FORTI GELATE: previste minime fino a -8°C a CALIZZANO e SASSELLO

Pubblicato il 12 Dicembre 2020 alle 1:32

L’arrivo dell’ANTICICLONE di SANTA LUCIA riporterà il bel tempo sulla Liguria ed un sensibile aumento delle temperature in alta montagna. Infatti, proprio nel weekend, sconsigliamo le escursioni in alta quota ove presente un manto nevoso particolarmente instabile. Il rischio di slavine resta alto sulle ALPI LIGURI sopra i 1500-1600 metri. Lo zero termico infatti potrebbe salire fino a quota 2800-2900m proprio tra DOMENICA e LUNEDI, favorendo il possibile distaccamento di valanghe o slavine.

Diversamente il ritorno del cielo sereno favorirà un forte abbassamento delle temperature notturne lungo le aree di fondovalle: tutto questo grazie al tipico fenomeno dell’inversione termica notturna che sarà ancor più sensibile a causa dell’effetto albedo causato dall’abbondante neve presente al suolo. La neve inizierà a ghiacciarsi lungo i fondovalle, mentre tenderà a sciogliersi lungo le creste alpine.

La Valbormida così come il Sassellese potrebbero raggiungere temperature molto basse, addirittura prossime ai -10°C. A Calizzano, Giusvalla e Sassello si attendono valori prossimi ai -8°C, fino a -6°C anche a Bardineto e -5°C a Millesimo, Cairo Montenotte e Carcare. Attenzione quindi al “ghiaccio” che potrebbe formarsi soprattutto lungo le strade, durante le ore notturne ed al primo mattino.

Il freddo si farà sentire anche in pianura tra il Cuneese e l’Alessandrino con valori ampiamente sottozero, soprattutto nelle aree ove presente un discreto manto nevoso al suolo. Possibili fino a -4°C a CUNEO, -5°C a Niella Tanaro e Carrù, -11°C anche a Prato Nevoso (una località turistica di montagna che è fortemente soggetta al fenomeno d’inversione termica notturna essendo scavata in una conca alle pendici del Mondolè).

Edinet - Realizzazione Siti Internet