NATALE con il SOLE, CAPODANNO con la NEVE? Le prime proiezioni meteo…

Pubblicato il 17 Dicembre 2019 alle 1:37

Una debole rimonta dell’anticiclone favorirà dal 22 Dicembre un miglioramento delle condizioni meteo sul Nord Italia che ci accompagnerà almeno fino al giorno di Natale e Santo Stefano. Clima mite, temperature sopra le medie e bel tempo sembrano confermati per questi primi giorni delle Festività Natalizie. Ovviamente l’anticiclone potrà favorire il ristagno di aria fredda nei bassi strati sulla Valpadana e la possibilità di NEBBIE, ma in Liguria regnerà il SOLE, specialmente lungo le coste.

Ma attenzione perchè in vista del CAPODANNO la situazione potrebbe drasticamente cambiare: l’anticiclone che ci interesserà proprio tra la Vigilia di Natale e Santo Stefano, punterà direttamente verso le alte latitudini e le penisola Scandinava, favorendo un aggancio con l’anticiclone Siberiano. Questo fenomeno chiamato Ponte di Voejkov.

L’Italia si preparerà quindi alla prima VERA IRRUZIONE di ARIA GELIDA POLARE con temperature in forte calo, ben sotto alle medie stagionali. In caso di precipitazioni la NEVE potrà fare la sua comparsa fino in pianura sul Centro-Nord Italia. Al momento è presto per capire se potrà nevicare anche in Liguria e se con i fiocchi fin sul mare, ma ulteriori approfondimenti giungeranno già dal giorno di Natale e Santo Stefano in vista del CAPODANNO. Ricordiamo che l’ultimo CAPODANNO con la NEVE in Liguria risale al lontano 31 Dicembre 1996.

Qui nella foto le immagini del TG1 nella notte del 31 Dicembre 1996.

CHE COSE il PONTE DI VOEJKOV? Il ponte di Voejkov (traslitterato anche Woeikoff) è una figura altopressoria che si instaura per unione di due anticicloni, in genere parte dall’anticiclone subtropicale, formando la bolla di alta pressione sulla penisola scandinava, SCAND + e prosegue con l’aggancio di quello azzorriano, formando così un blocco alle perturbazioni atlantiche. Prende il nome dallo scienziato russo Aleksandr Ivanovič Voejkov.

Questa figura meteorologica pone effetti in qualunque stagione, tuttavia è in inverno che quasi sempre riesce a crearsi, incidendo in modo considerevole sull’aspetto meteorologico europeo. Infatti, il blocco alle perturbazioni atlantiche e la divisione delle perturbazioni polari, fanno sì che la fascia occidentale europea (Italia inclusa) venga colpita da gelidi venti con spesso precipitazioni nevose a quote basse. In Italia è condizione ideale per nevicate a quote bassissime tra l’Adriatico ed il meridione, ma non si escludono nevicate anche sul NORD ITALIA.

SEGUICI anche SUI CANALI SOCIAL e TELEGRAM

LIGURIA —–> REPORTER 24

BASSO PIEMONTE —-> REPORTER 24 CN

CANALE TELEGRAM —–> METEO REPORTER 24

 

Edinet - Realizzazione Siti Internet